fbpx

Best practice per landing page in ottica SEO

Scopriamo i modi migliori per farti notare sulla tua pagina di destinazione

I motori di ricerca amano le cose a modo loro. Eseguono la scansione, valutano l’aspetto e selezionano le pagine di destinazione che rispettano le regole.


1. Titoli della pagina

Il tuo titolo è la prima cosa che un motore di ricerca dovrà analizzare, quindi se ti sbagli… non verrai mai mostrato nei risultati. Un titolo perfetto sarà chiaro, conciso e impaginerà il tuo posizionamento. Ma dovrebbe anche agganciare il tuo utente in modo tale da far cliccare su di esso.

Suggerimento: se stai cercando di trovare il modo giusto per scrivere un titolo killer, usa qualche strumento. Uno strumento gratuito come l’Headline Analyzer di CoSchedule può dirti quanto è buono il tuo titolo e come migliorarlo.

2. Fai il conteggio delle tue parole chiave

Mettere le parole chiave nel posto giusto sulla tua pagina di destinazione è uno dei modi principali per ottimizzarla per il SEO. Ove possibile, le parole chiave principali nella pagina di destinazione devono essere inserite in: il corpo del testo, le intestazioni, nel titolo della pagina, URL e meta descrizione.

Inserendo le parole chiave di destinazione nei luoghi in cui sta guardando Google, è più probabile che le contengano.

3. Descrivi a Google le tue immagini

Lo sapevi che… Google è cieco? Sì. Non capisce le immagini. Quindi, se non aggiungi descrizioni di testo alle tue immagini, i motori di ricerca avranno difficoltà a capire di cosa si tratta.

Se sei pigro, per lo meno dovresti dare alle immagini sulla tua pagina di destinazione lo stesso nome della pagina su cui sono posizionate. Se vuoi ottenere il massimo da loro, prova a incorporare le parole chiave nelle tue descrizioni di testo. Ciò aumenterà le possibilità che la pagina venga selezionata da Google. Cerca di descrivere con precisione di cosa tratta l’immagine, il più semplicemente possibile.

Suggerimento: se non sei sicuro se le immagini della tua pagina di destinazione abbiano o meno descrizioni di testo, verifica rapidamente facendo clic con il pulsante destro del mouse sulle immagini e selezionando “controlla”. Se l’immagine ha un attributo “alt”, sei ok!

4. Inchioda i metadati

I metadati sono la lingua nerd per il titolo della pagina, l’URL e la descrizione. Sono questi tre elementi che alla fine decideranno se qualcuno farà clic sulla tua pagina di destinazione per primo. Il motivo per cui i tuoi metadati sono importanti è perché è un’anteprima di ciò che l’utente troverà sulla tua pagina di destinazione. È la tua unica opportunità per invogliare le persone a visitarti.

“Usalo o perdilo”. Fornisci il maggior valore possibile e lascia che l’utente sappia che sei una scelta migliore rispetto alla concorrenza. Oh, e fallo in meno di 160 caratteri.

5. Il tuo contenuto corrisponde alla query?

Non portare le persone a fare clic sulla tua landing page se non hai intenzione di offrire loro ciò che si aspettano di vedere. Se gli utenti fanno clic sulla tua landing page dalla query di ricerca, devono essere in grado di rispondere “chi, cosa o perché” non appena arrivano.

6. Avere un colpo d’occhio imbattibile

Il tuo colpo d’occhio imbattibile è la tua immagine di testata. Se il tuo obiettivo principale è quello di convincere il tuo potenziale cliente a scaricare un eBook, ad esempio, è qui che dovresti mostrarlo. Rendilo attraente e mostra al tuo potenziale cliente la migliore immagine dell’offerta per massimizzare le tue possibilità di conversione.

Suggerimento

Assicurati che l’immagine sia della misura giusta per soddisfare i requisiti di ottimizzazione. Dagli una descrizione testuale con parole chiave per aumentare le tue possibilità nei risultati dei motori di ricerca.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest